Iscriviti per accedere a tutti i contenuti del sito

Kinkozan – Gallo Onagadori

Kinkozan – Gallo Onagadori

Pezzo unico Trattandosi di un'opera autentica e originale, le sue caratteristiche distintive, come lo stile, qualità e patina, la rendono un pezzo unico.
Stato prodotto:

Esaurito

Provenienza: Giappone

Periodo: Meiji fine XIX sec.

Dimensioni: 21 x 3 cm.

Stato di conservazione: Molto buono

+ Certificato di autenticità con perizia tecnica del bene

+ Possibilità di visionare l’opera presso la nostra sede a Milano o in tutta Italia ovunque voi siate

Categoria:

Categoria:

Spedizione entro 24 ore

Spedizione tracciata e assicurata con FEDEX e DHL

Imballaggio Professionale

Garantiamo la tua piena soddisfazione

Pagamenti Sicuri

Piatto in ceramica di Satsuma raffigurante un grande gallo Onagadori sotto un albero di ciliegio in fiore in compagnia di una gallina e tre pulcini. Firmato Kinkozan. La tradizione giapponese racconta di una leggenda che vede protagonista la razza Onagadori. Si tramanda infatti il racconto del principe Yamanouchi, governatore della prefettura di Kochi, che per rendere omaggio all’imperatore Tenno, volle decorare elmi e lance dell’esercito con delle lunghe piume. Con l’intento di onorare il suo mandato, diede l’ordine agli agricoltori della regione di allevare galli e galline Onagadori, incentivandone il pascolo ma soprattutto senza imporre loro imposte straordinarie. Proprio questa esenzione fiscale, sviluppò la produzione della razza e la conseguente raccolta delle piume. A testimonianza di questo racconto, molti musei giapponesi raccolgono oggi, lance e caschi decorati con lunghe piume onagadori, oltre a tessuti dipinti, kimono, arazzi e ventagli raffiguranti il gallo dalla lunga coda colorata. La razza onagadori è stata dichiarata in Giappone “monumento naturale vivente”, da salvaguardare e proteggere.        
Piatto in ceramica di Satsuma raffigurante un grande gallo Onagadori sotto un albero di ciliegio in fiore in compagnia di una gallina e tre pulcini. Firmato Kinkozan. La tradizione giapponese racconta di una leggenda che vede protagonista la razza Onagadori. Si tramanda infatti il racconto del principe Yamanouchi, governatore della prefettura di Kochi, che per rendere omaggio all’imperatore Tenno, volle decorare elmi e lance dell’esercito con delle lunghe piume. Con l’intento di onorare il suo mandato, diede l’ordine agli agricoltori della regione di allevare galli e galline Onagadori, incentivandone il pascolo ma soprattutto senza imporre loro imposte straordinarie. Proprio questa esenzione fiscale, sviluppò la produzione della razza e la conseguente raccolta delle piume. A testimonianza di questo racconto, molti musei giapponesi raccolgono oggi, lance e caschi decorati con lunghe piume onagadori, oltre a tessuti dipinti, kimono, arazzi e ventagli raffiguranti il gallo dalla lunga coda colorata. La razza onagadori è stata dichiarata in Giappone “monumento naturale vivente”, da salvaguardare e proteggere.        

Consegna in tutto il mondo

Consegna in tutto il mondo

 I nostri imballaggi professionali garantiscono consegne sicure anche di oggetti molto fragili in tutto il mondo.

Richiedi maggiori informazioni

Richiedi maggiori informazioni

Prodotti Correlati

Prodotti Correlati